Home Lo studioCurriculumCosa fare in caso di...ContattiDieteVaccinazioniPubblicazioni
Home page > News > caso di meningite ricoverato al Meyer

caso di meningite ricoverato al Meyer

domenica 15 febbraio 2015

Venerdi un bimbo di Sesto Fiorentino è stato trasferito dall’ospedale di Torre Galli a quello del Meyer per una meningite da meningococco B. E in terapia.

http://1drv.ms/1uV96Rj

Profilassi antimeningite a Sesto E aumentata l’offerta di vaccini

Contattati da parte del servizio di prevenzione e igiene pubblica dell’Azienda sanitaria di Firenze per offrire la chemioprofilassi fin dal primo pomeriggio di venerdì 13 febbraio, i genitori di circa 75 bambini e di una ventina tra docenti, non docenti ed altri soggetti direttamente esposti, compresi gli addetti al servizio mensa e alle pulizie, della scuola materna Lombardo Radice di Sesto Fiorentino frequentata dal bambino di 4 anni che è stato ricoverato all’ospedale Meyer per una sepsi meningococcica di tipo B. La meningite è una malattia causata da un batterio che si manifesta soprattutto nella stagione tardo inverno- primaverile. La trasmissione dell’infezione è favorita dalle condizioni di sovraffollamento in ambienti chiusi. Nella popolazione esiste un certo numero di persone che ospitano da portatori sani, ovvero sia senza ammalarsi, il meningococco nel naso o nella cavità orale. In casi molto rari, e probabilmente in condizioni particolari in cui le difese immunitarie sono abbassate, si scatena la malattia conclamata. Ha un periodo di incubazione variabile da 2 a 10 giorni (in media 3-4) ed insorge una sintomatologia caratterizzata da febbre elevata, cefalea intensa, vomito, rigidità nucale, agitazione e poi torpore o coma. Se la malattia è curata tempestivamente può avere un decorso favorevole. A volte la malattia può insorgere in maniera molto più grave ed avere le caratteristiche della sepsi, cioè di una compromissione generalizzata. Un’idonea terapia antibiotici è in grado di determinare la scomparsa del germe in 24 ore. Il meningococco sopravvive poco nell’ambiente ed è molto sensibile ai comuni disinfettanti ed alla luce del sole. Nei locali dove il malato ha soggiornato non sono necessari interventi di disinfezione ma è sufficiente una buona areazione, con accurata pulizia delle superfici e degli arredi, seguita da trattamento con varechina. I ceppi di meningococco in grado di causare la malattia sono diversi, i più comuni il B ed in misura minore il C. Esistono vaccini in grado di proteggere da questi ed altri ceppi di meningococco (A, Y e W135). Recentemente la Regione Toscana ha inserito il vaccino contro il B tra quelli consigliati ai bambini giunti al primo anno di vita ai quali è garantita gratuitamente. Il vaccino viene effettuato in 7 distretti sanitari sparsi sul territorio della Asl 10: in piazza Dallapiccola e in via Canova a Firenze, a Scandicci, Campi Bisenzio, Grassina, Figline e Borgo San Lorenzo. La somministrazione viene effettuata prendendo un appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18 allo 055-6939580, numero dotato anche di segreteria telefonica dove è possibile lasciare il proprio nominativo ed essere richiamati, in attesa di inserire questa prenotazione tra quelle prese dal Cup. Nei primi 12 giorni di febbraio a questo numero è stata data risposta a 263 telefonate giunte in orario d’ufficio, e sono state fornite 517 prime prenotazioni alle 596 telefonate valide registrate in segreteria (in tutto sono state 910 le chiamate sulla casella vocale, molte interrotte a metà). In media i messaggi in segreteria sono stati 91 al giorno, 60 i messaggi validi, 52 le prime prenotazioni. È stato inoltre siglato un accordo tra l’Azienda sanitaria di Firenze ed i pediatri di famiglia per effettuare proprio negli ambulatori di quest’ultimi la vaccinazione antimeningococco B introdotta dalla Regione Toscana nel calendario vaccinale per tutti i bambini nati dopo il 1 gennaio dello scorso anno.

Questo sito aderisce ai principi HONcode.
SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0
Copyright Giovanni Vitali Rosati 2010